Essere IO CON ME

"IL MANIFESTO"

Quando ho iniziato pensare a questo progetto quello che volevo e che tuttora confermo era di mettere a disposizione delle donne gli strumenti che negli ultimi 20 anni mi hanno permesso di guardare me stessa, il mio passato e la mia vita con franchezza e maturità per riuscire a vivere in modo sereno e consapevole, comprendendo e accettando la mia storia e soprattutto la parte dolorosa e difficile che l’ha segnata…

… so che senza non sarei la donna che sono oggi e siccome negli ultimi anni riesco a gioire della mia compagnia (prima era una gran fatica!), sbaglierei se non apprezzassi quello che il mio passato mi ha permesso di essere e di diventare.

Ci sono dei principi che stanno alla base di ciò che ho capito
nel mio percorso e che rappresentano oggi le

linee guida su cui si basano
il mio blog,il gruppo privato e i miei programmi.


ResponsabilitĂ 

Il primo principio su cui si fonda ciò che intendo per essere “ioconme” è la consapevolezza che siamo sempre e solo noi responsabili del nostro benessere o malessere. Nessuno può farci sentire bene se noi per prime non lo facciamo e se accade le uniche responsabili siamo noi.


Superamento dell’insicurezza

Ho provato sulla mia pelle e lo vedo fare da molte donne che, quando siamo condotte dall’insicurezza, facciamo continuamente scelte sbagliate che ci portano lontano dalla persona che siamo. Ritengo sia necessario riacquisire la sicurezza che crediamo di non avere, per ritrovare la stima necessaria a relazionarsi agli altri e alla stessa vita in modo sano e onesto.


CapacitĂ  di scelta

Essere io con me significa che ci si concede la possibilità di scegliere in prima persona ciò che è meglio per se stessi, per non vivere di rimorsi e rancori causati dalle conseguenze di scelte fatte da altri e con la rabbia per l’insoddisfazione vissuta.


Riconoscimento della propria storia

Non è possibile andare avanti senza accettare ciò che sta dietro. Credo fortemente per esperienza personale che sia fondamentale fare i conti con il proprio passato e con ciò che ci ha procurato dolore, per riuscire a comprendere con occhi nuovi e più maturi gli eventi accaduti ed accettarli come parte integrante della nostra storia. Così facendo si possono pian piano superare, in modo che perdano completamente il potere e l’ influenza sul nostro presente e futuro.


Accettazione dei propri limiti

Non siamo perfetti, nessuno lo è.

E questo può essere un vantaggio anziché un difetto perché ci permette di capire dove possiamo arrivare per migliorare continuamente o “aggiustare il tiro” verso attitudini più affini a noi.


Autonomia

Essere io con me presuppone l’autonomia “intellettuale” intesa come capacità di avere un proprio pensiero e di dichiararlo e rappresenta per me il più grande strumento che abbiamo a disposizione. Tenendo poi conto che le donne in questo paese hanno potuto votare solo nel 1945 ritengo fondamentale fare largo uso del proprio pensiero, senza avere paura che le nostre opinioni non siano all’altezza o che qualcun altro ci dica come e cosa dobbiamo pensare.


Formazione

Non si può crescere se non ci si forma.

Credo fortemente che in tutti gli ambiti della vita sia necessario continuare a formarsi, a sperimentare e a provare cose diverse, per poter costantemente migliorare e mettersi alla prova. Una mente ferma è una mente sprecata.


IntegritĂ 

Il dizionario dice “onestà e rettitudine assoluta”. Diciamo che non amo il termine “assoluto”, mi sembra, appunto, troppo assoluto e mi rimanda a qualcosa di rigido e fermo… ma l’onestà e la rettitudine sono principi in cui credo fortemente e che cerco di portare sempre nella mia vita e nelle mie azioni per essere veramente io con me.


Rispetto per gli altri

Se non rispetti gli altri significa che non rispetti te stesso e questo spiega già molto. Il tenere sempre in considerazione l’altro e la reciproca diversità unita al rispetto del diritto di entrambi a esistere e di fare il meglio per se stessi è qualcosa, per me, di “sacro” e indiscutibile.


Parità con l’uomo

Il lavoro che faccio con ioconme.com è rivolto esclusivamente alle donne, non perchè io voglia farne un fatto di esclusione del maschile ma perchè ciò che ho a dire, lo voglio dire alle donne che come me affrontano con coraggio la propria vita per migliorarla anche se ci è stato insegnato che in qualche modo non meritiamo di più. Il retaggio culturale con cui spesso e volentieri siamo state cresciute (quello delle nostre madri e prima delle nostre nonne e così via…) è intriso di pensieri legati al bisogno, alla non autonomia intellettuale ed economica, alla sottomissione anche fisica, alla non adeguatezza, all’umiliazione, alla frivolezza… non sto dicendo che gli uomini siano schifosi ma che lo è ciò che ci hanno fatto credere di valere. Le cose stanno cambiando ma c’è ancora molto lavoro da fare e uno dei miei obiettivi è poter dare il mio contributo.


Empatia

In psicologia, la capacità di porsi in maniera immediata nello stato d'animo o nella situazione di un'altra persona, con nessuna o scarsa partecipazione emotiva. Essere io con me significa cercare di comprendere lo stato d’animo di un’altra persona ma senza lasciarsi sopraffare dalle sue emozioni. Questo per fare in modo che il contributo che vogliamo dare all’altro sia rincuorante e produttivo. Se per esempio una persona è triste, se siamo empatici, riusciremo a immedesimarci nella sua situazione e comprenderla ma senza farci travolgere dalla sua tristezza, avendo così la possibilità di dargli un aiuto e un supporto ottimista e volto al miglioramento. Al contrario, saremmo anche noi causa del suo malessere aggiungendo la nostra tristezza alla sua. Sviluppare l’empatia ci permette di alimentare un’attitudine molto importante: la capacità di guardare oltre la tristezza con una certa obiettività… e questo ci torna molto utile anche nel rapporto con noi stesse.


CapacitĂ  di perdonare

Il perdono scioglie le paure e ci permette di andare avanti senza portarci dietro strascichi che invadono il nostro presente inquinandolo e impedendoci di vivere la vita che desideriamo. E’ qualcosa che si impara e che arriva con il tempo se se ne comprende il valore e la grande opportunità che ci offre.


Buona volontĂ 

Sarebbe bello che le cose accadessero da sole ma come sappiamo bene, non è affatto così. Ho imparato nel tempo e con fatica che l’unica cosa che distingue gli obiettivi raggiunti da quelli non raggiunti è la forza di volontà messa in atto. Svilupparla e alimentarla continuamente è la base per ottenere i risultati che ci siamo prefissate.

Se pensi a che cosa ti impedisce di vivere la vita che desideri, non esiste un’unica soluzione uguale per tutti...

Fa il TEST GRATUITO e scopri il blocco che ti impedisce di essere...

... la donna che vuoi essere!

VAI AL TEST